Select Page

La Via Verso il Risveglio Spirituale dello Yogi Swamiji

La Via Verso il Risveglio Spirituale dello Yogi Swamiji

Il sogno di questo progetto nasce nel vagone di terza classe del treno indiano che da un lago generato da un fiore di loto nel deserto del Rajasthan, mi ha portato nel piccolo villaggio di Seerar, alle pendici dell’Himalaya, di cui si racconta che i suoi abitanti siano sacri agli dei Shiva e a Parvati per diritto di nascita.

È proprio questo luogo che 70 anni fa ha dato i natali allo yogi Swamiji, ed è tra queste montagne che Swamiji ha camminato per più di 10 anni come un monaco errante con il solo supporto di Dio… ma io Swamiji l’ho incontrato quest’inverno a Pushkar (Rajasthan), nell’antico tempio sulle rive del lago sacro conosciuto come Pushkar Meditation Temple.

Pushkar

Swamiji E Lo Yoga Come Disciplina Spirituale

Con gli occhi sorridenti, la barba lunga e la saggezza benevola di chi ha i capelli bianchi, al PMT, istituto di formazione certificato Yoga Alliance, Swamiji incontra ogni giorno viaggiatori e pellegrini da tutto il mondo con l’obiettivo di restituire allo yoga il suo significato originario di disciplina spirituale, lavorando con tenacia ed umiltà per smantellare tutte le false credenze e i limiti auto-imposti che ci derivano da una concezione materialistica dell’esistenza di stampo tutto occidentale.

“Sappiamo tutti di essere Anima, ma quanti di noi ci credono veramente” Yogi Swamiji

Guru

Come tanti altri prima di me, in 20 anni di insegnamento e nel corso di incredibili viaggi tra Pushkar, Mumbay, New York, Berlino e Rishikesh, Swamiji mi ha accompagnato in un percorso fortemente trasformativo attraverso la via ‘regia’ del Raja (o ashtanga) Yoga.
Yogi Swamiji Namaste

La Via Del Processo

Raja Yoga, oltre ad essere la più antica forma di pratica conosciuta (i buddhisti la chiamano ‘adi’, antica) si definisce anche come ‘via del processo’: la natura processuale è data dagli 8 rami – ‘ash-tanga’ appunto – che il praticante spirituale attraversa, passo passo, nel percorso verso l’autorealizzazione. È attraverso la pratica di yama, armonizzazione delle relazioni interpersonali; niyama, conciliazione delle sensazioni interiori; asana, postura o movimento fisico, sincronizzato con il respiro, con la consapevolezza focalizzata su di uno specifico punto fisico o energetico; pranayama, espansione della coscienza attraverso la disciplina del respiro; che il praticante spirituale si prepara ad attraversare gli ultimi tre livelli del Samyama, o yoga interiore (pratyahara, raccoglimento ed eliminazione di tutte le distrazioni esterne alla persona; dharana, concentrazione della mente e dhyana, meditazione) verso samadhi, la liberazione dall’ignoranza e dalla sofferenza. Per questa sua natura che concilia filosofia e vita quotidiana, speculazione e pratica, ricerca interiore e relazione con il mondo, Raja Yoga è una via reale, un processo trasformativo che tocca tutti gli aspetti del vivere, dal pensiero all’agire.

Attraverso le classi di yoga, le camminate meditative di risveglio in silenzio, le classi di filosofia vedica, i Satsanga (canto di mantra sacri) al tramonto, all’antica pratica di meditazione ‘So Ham’ e al suo approccio di condivisione e cura Swamiji restituisce a coloro che entrano in contatto con lui una mappa del percorso spirituale personalizzata in base alla propria singolare esperienza e al proprio irriducibile essere, da portare nella propria quotidianità.

Pushkar

Yoga, Comunità E Linguaggi Contemporanei

È quindi da un’esperienza diretta e personale e dal desiderio di condividerne i benefici con tutti coloro che lo vorranno che è nato il progetto di portare Swamiji in Italia all’interno della programmazione del festival dedicato ai linguaggi contemporanei Nottenera, che quest’anno si esprime sul tema della comunità.

“Spiritualità, yoga e meditazione sono decisamente linguaggi contemporanei in questo momento storico di frammentazione ma allo stesso tempo di sentori di rinascita” – spiegano gli organizzatori di Nottenera festival. Ed è nel tema della comunità, per Swamiji, che può essere intravisto uno degli aspetti più importanti della pratica yogica:

“Le scritture indiane definiscono il concetto di comunità, samashthi, come un tutto complesso e aperto in opposizione al concetto di individualità, vyshti.

Samashthi si basa sulla premessa che in quanto Anima siamo sostanzialmente un unico essere.

Il ruolo dello yoga è proprio quello di aiutare a creare una comunità in cui l’identità di ogni membro sia costituita a partire dal sentire condiviso di essere una meravigliosa, divina unità”.

Yogi Swamiji

Guru

Sarà possibile incontrare Swamiji in occasione del workshop residenziale ‘Raja Yoga: la via regia verso il Risveglio Spirituale’ che si terrà dal 3 al 9 agosto, in un luogo di pace tra le morbide colline marchigiane – La Ragola Country House & Yoga Reatreat di Ostra, in Provincia di Ancona.

Summary
La Via Verso il Risveglio Spirituale dello Yogi Swamiji
Article Name
La Via Verso il Risveglio Spirituale dello Yogi Swamiji
Description
Yogi Swamiji ha camminato per più di 10 anni come un monaco errante con il solo supporto di Dio. Quest’inverno l'ho incontrato a Pushkar e mi ha detto che...
Author
Publisher Name
Il Giornale dello Yoga
Publisher Logo

Lascia un commento

Commenta per primo!

avatar
wpDiscuz

Yantra del mese

Iscriviti

Libro Consigliato

Pagina Facebook