Select Page

Come imbroccare una yogini

Come imbroccare una yogini

Ragazzi, è una gara dura. Chi fa yoga è molto esigente con se stesso, si dà una disciplina, anche se lo fa con gioia, e di conseguenza ha una prospettiva esistenziale piuttosto diversa da quella di chi vive materialisticamente nel mondo.

Se incontrate qualcuno che fa yoga di cui percepite l’intransigenza verso gli altri, be’, senza voler generalizzare, probabilmente avete davanti persone non troppo avanzate, o che fanno della propria via una cosa piuttosto esteriore; potete procedere d’istinto.

Se invece vi trovate davanti persone affettuose, da cui non vi sentite giudicati, che vi accolgono con dolcezza ed entusiasmo, e fanno yoga, ricordate: vi vogliono bene, ma hanno una via, e la via è più importante di voi. Il buddhismo pone il sangha tra “i tre rifugi”, le tre cose fondamentali per l’evoluzione: il sangha, nell’accezione occidentale del termine, è la comunità spirituale, costituita dalle persone che mirano allo stesso obiettivo, e la cui vicinanza ci aiuta a procedere nel nostro cammino spirituale. La yogini è selettiva (lo yogi anche), quindi rimbocchiamoci le maniche, e partite.

Come imbroccare una yogini, Krishna e Radha
  • Una yogini pone molta attenzione alla purezza del corpo fisico; ma non basta fare la doccia e deodorarsi. Per piacere a una yogini bisogna evitare il fumo, l’alcol e la carne.
  • Una yogini è piena di gioia di vivere; ma preferisce stare in mezzo alla natura che in città, e se la portate a ballare è meglio una festa paesana che una discoteca psichedelica.
  • Una yogini ama la musica, perché è un’espressione dello spirito; ma non proponetele l’heavy metal, il punk, l’hard rock. La musica per una yogini è un canto dell’universo, un inno alla gioia. Vedete voi.
  • Una yogini ha rispetto per la divinità nella persona; ha rispetto per lo Shiva che è in voi, ma ha anche rispetto per la Shakti che è in lei. Il machismo non funziona con una yogini. Se provate a fare i prepotenti, nel 99 per cento dei casi vi scarica all’istante.
  • Una yogini sa cavarsela da sola, è indipendente, lo spirito la nutre. È come un gatto. Vi amerà nell’autonomia, non nella dipendenza. Non provate a limitarla, a ricattarla, la perderete. Se la prendete per mano con la sincera intenzione di camminare insieme, probabilmente verrà con voi.
  • Una yogini è abituata a guardare il suo ego come un elemento da disciplinare. Per questo è così allegra, non è permalosa e si arrabbia di rado. Ma se può vedere il suo ego, può vedere anche il vostro. Quindi tenete a bada il vostro narcisismo, siate pronti a ridere di voi stessi con lei, come lei è disposta a ridere di se stessa con voi.
  • E per finire, se la yogini è tantrica, considera il sesso qualcosa di sacro, un modo per avvicinarsi a Dio. Esiste una rigorosa disciplina per la continenza sessuale, e con il tempo la imparerete. Ma nel frattempo, ricordate che nel sesso, se lei vi accetta dovrete offrirle tutto voi stesso per un’unione mistica. Niente maschere, niente secondi fini. Solo se siete pronti a lasciare che veda, e tocchi il vostro cuore, lei vi permetterà di toccare il suo.
Farsi amare da una yogini

Come vedete, farsi amare da una yogini è semplice, ma richiede un certo sforzo. Lo sforzo che richiede è diventare uno yogi. E se non siete disposti a farlo per lei, siete sicuri di non essere disposti a farlo per voi stessi?

Articolo originale del 13/07/16 – aggiornato il 13/02/18

Summary
Come imbroccare una yogini
Article Name
Come imbroccare una yogini
Description
Ragazzi, è una gara dura. Chi fa yoga è molto esigente con se stesso, si dà una disciplina, anche se lo fa con gioia, e di conseguenza ha una prospettiva esistenziale...
Publisher Name
Il Giornale dello Yoga
Publisher Logo

About The Author

Sighé ha passato la maggior parte della sua vita a leggere, studiare e tradurre. Da quando ha imboccato la via, sa con certezza che per lei silenzio e servizio sono la scelta migliore.

Lascia un commento

1 Commento su "Come imbroccare una yogini"

avatar
più nuovo più vecchio più votato
Ram Seth
Ospite
Ram Seth

Lo immaginavo. Chi non lo immagina, non puo’ nemmeno farlo.