Select Page

Autore: Sarasvatī Graziella Di Salvatore

Om, la sillaba mistica. Dalla voce delle Upanisad

L’essenza fondativa della Om Quasi tutte le 108  Upaniṣad tradizionali, sia quelle cosiddette “vediche” sia quelle posteriori, generali o anche specifiche, legate cioè alla esposizione e discussione filosofica di particolari argomenti, hanno come incipit iniziale e a volte finale una invocazione preceduta dalla “Oṁ“, la sillaba mistica, ‘bīja‘ ossia ‘seme’ per eccellenza sia della lingua sanscrita e dell’antichissima lingua devanāgarī (la lingua colta degli Dei) da cui essa per traslitterazione deriva, sia, a livello più profondo, simbolico e culturale, di tutto il pensiero vedico. Se solitamente le discussioni filosofiche vedantiche procedono mediante la tecnica del neti-neti (“non questo, non...

Read More

Maestro, chi sono io? – Dalla voce delle Upaniṣad

La corda e il serpente Una delle immagini classiche che il grande Maestro dell’antichità Śankara utilizza spesso, commentando il Vedānta-Darśana (ossia la parte finale, la visione più specificatamente metafisica dei Veda), è quella “della corda e del serpente”. Secondo il filosofo metafisico, la “realtà” che noi esseri umani conosciamo ed in cui viviamo è costituita di māyā, ossia di un insieme di manifestazioni presenti nel mondo creaturale, fatto di “nomi e di forme”, come direbbe Śaṅkara, ‘vere’ tuttavia solo in apparenza poichè inautentiche, inconsistenti ed ingannevoli, che ci fanno vivere illusoriamente sempre in una sorta di sogno, gettandoci in...

Read More

Perché sei qui? – Dalla voce delle Upanisad

La domanda del Maestro Una delle domande più antiche che il Maestro poneva agli aspiranti allievi per permetter loro di trascorrere del tempo a contatto con lui praticando lo yoga era: “perché sei qui“? Come sappiamo, in quell’epoca remota, solo i più meritevoli venivano accolti come adepti dal Maestro per essere ‘iniziati’ esotericamente all'”antica conoscenza”, volta al disvelamento della Verità che essa esprimeva, e la risposta a questa domanda iniziale del Maestro era fondamentale affinché il praticante venisse o meno accolto negli  āśrama, a diretto contatto con l’antico sapere. Questo perché il rispondere non solo rivelava fin da subito...

Read More