Select Page

Autore: Paolo Proietti

I Veri Antichi sono i Moderni

“Contraendo l’ano si solleva vāyu dal mūlādhāra e per tre volte si va in cerchio intorno a svadhiṣṭhāna. Poi, passato maṇipūraka si attraversa anāhata, si controlla prāṇa in viśuddhi e finalmente, raggiunto ājñā poi avendo raggiunto Ajna, si contempla in brahmarandhra[…] e si diviene il senza forma[…] questo è quel paramahaṃsa [il Cigno Supremo]. […]. Haṃ è il seme, sa è la śakti, so’ham è il kilaka [il pilastro]” Haṃsa Upanishad III COME NON SMARRIRE LA CONOSCENZA TRADIZIONALE NEL MERCATO MODERNO DELLE DISCIPLINE OLISTICHE Sono 45 anni che mi occupo di Yoga e di discipline psicofisiche orientali, quelle che...

Read More

Patañjali E Gli Yoga Sutra

Patañjali, l’uomo con la coda di serpente nell’immagine sopra, è uno dei padri dello Yoga. La leggenda vuole che sia l’incarnazione del “re dei Naga*”(*mitiche creature metà umane e metà serpenti), Ādiśeṣa, sulle cui spire riposa il dio Vishnu durante le pause di riposo tra la creazione e la dissoluzione  di un ciclo cosmico. Un giorno, guardando Shiva ballare, Vishnu cominciò a battere le mani e a schioccare le dita per dare il tempo. Incuriosito il re dei Naga alzò la testa e rimase così affasciato dalla danza del Nataraja (così viene chiamato Shiva: Nataraja, re della danza) che...

Read More

Asana e Stelle – La lingua perduta dei veggenti

Il Canto Delle Stelle¹ -” Di Du De Do…Ba Bi Bu Be…”- Non è una canzone di Frank Sinatra, e nemmeno un esercizio di logopedia. Si tratta di alcuni dei suoni delle stelle secondo la tradizione vedica. Per gli antichi indiani la sfera celesta era divisa in 27 settori, o “Case Lunari”, chiamati नक्षत्र nakṣatra, letteralmente stelle, o perle. Da ogni “Casa Lunare” provengono tredici raggi (2) che raggiungono la terra. Quattro di essi, percepibili come “suono-luce”, sono indicati, appunto, con le sillabe A, I, U, E, O, BA, BI, BU, BE, BO ecc. In tutto avremo 27 x 4 = 108 suoni-luce corrispondenti...

Read More