Select Page

Mese: aprile 2018

Il sistema energetico dei chakra secondo il Kundalini Yoga

Comprendere i chakra ci aiuta a capire il modo in cui l’energia viene processata dall’essere umano all’interno della vasta e complessa interazione di un’esistenza a vari livelli. La loro funzione principale è quella di assorbire l’Energia Universale, metabolizzarla, alimentare le aure e rilasciare energia all’esterno.  I chakra vengono descritti come vortici, che risplendono in diversi colori e che girano vorticosamente sulla superficie del corpo pranico. Nel loro movimento a spirale raggiungono in profondità il centro del corpo sottile, penetrando quindi anche il corpo fisico, che è racchiuso da questo involucro. La rotazione dei chakra Il senso di rotazione dei...

Read More

Yoga per la salute del pavimento pelvico

La salute del pavimento pelvico Considerando lo Yoga come una disciplina olistica e che riguarda il benessere generale della donna, bisogna parlare anche della salute del pavimento pelvico. Questa zona del corpo così remota, infatti, ricopre un’incredibile importanza per il benessere fisico e psicologico, e invece viene spesso completamente ignorata. Viene chiamato pavimento pelvico quella struttura muscolo-legamentosa che risiede alla base delle pelvi e che ha la funzione di sorreggere il peso degli organi contenuti al suo interno, ossia utero, vescica e ureteri, parte dell’intestino, fasci sanguigni e nervosi. Con questa premessa capiamo da sé quanto sia importante che...

Read More

I tre lati positivi della giornata

di Simone Sestieri Riflessioni di un giovane yogi attratto dal Lato Oscuro della Forza Ogni tanto mi domando, non sempre lo giuro, giusto ogni tanto, tipo la mattina presto quando prendo la metro, o mentre giro per strada lungo le vie della metropoli, o in fila, davanti alla cassa del supermercato, aspettando il mio turno; mi domando che gusto si prova ad essere tristi. Eh. Ad essere tristi. Cos’è che capita nella testa delle persone a ‘na certa, quando passano i vent’anni e i capelli si fanno più radi ‘nsomma, quando le labbra s’inarcano in giù invece che in...

Read More

Balasana, la posizione del bambino

GUARDA TUTTE LE ASANA Balasana, la posizione del bambino, non deve essere confusa con Ananda Balasana, la posizione del bambino felice. Sebbene le due asana abbiano un nome simile, sono due pose molto diverse tra loro. Significato Balasana In sanscrito bala significa “bambino” e asana “posizione”, pertanto Balasana viene tradotta come “la posizione del bambino”. In alcune scuole questa posizione è chiamata anche Shashankasana, che significa, sempre dal sanscrito, “la posizione della luna”. Balasana è spesso usata come controposizione immediatamente dopo aver praticato asana che prevedono una torsione all’indietro della schiena (come ad esempio Bhujangasana o Dhanurasana) e solitamente viene praticata dopo...

Read More

Gli Elementi del Kundalini Yoga

Kundal in sanscrito significa “il ricciolo dei capelli della persona amata” e rappresenta lo srotolarsi della consapevolezza della propria natura spirituale, mentre –ini è la connotazione femminile di tale energia, attivabile e incanalabile attraverso la pratica di questa disciplina spirituale potente e trasformatrice. La pratica è composta da diverse tecniche: Respirazione, Mantra, Mudra, Asana e Bandh, interconnesse e fondamentali per ottenere la sua azione costruttiva. Il respiro Il Respiro e il suo controllo consapevole è una parte essenziale della pratica dello yoga. Nel respiro è contenuto il prana, ovvero la forza vitale, che determina il flusso energetico, il benessere...

Read More

Restorative yoga: rigenerazione e cura di sé

Susanna Cesarini Rilassante e rigenerante, il restorative yoga è un’ideale pratica anti-stress per ritrovare il benessere nella vita quotidiana e la cura di sé. Poche posizioni tenute a lungo e comodamente grazie a supporti (coperte, cuscini, mattoni, cinture, sacchi di sabbia, cuscinetti per occhi, sedie), per portare il corpo e la mente in uno stato di profondo rilassamento. La sala è nel completo silenzio, le luci sono soffuse, c’è un gradevole calore.  L’insegnante resta vigile, non pratica e non parla, mentre i praticanti sono immobili nelle loro asana e respirano quietamente, avvolti in una coperta e con una mascherina sugli...

Read More